Rosso o bianco? 5 vini pugliesi che devi conoscere

Rosso o bianco? 5 vini pugliesi che devi conoscere

vino-rosso-e-bianco

La Puglia è la terza regione italiana per la produzione di vini di qualità. 

Che sia rosso o bianco, o ancora rosato, i vini pugliesi oggi sono molto apprezzati non solo a livello locale ma anche nazionale ed internazionale. 

Nonostante il numero di vini prodotti in Puglia sono numerosi, ve ne sono alcuni che è impossibile non assaggiare. 

Quali sono? Scopriamo i primi 5.

Vini rossi pugliesi, la top 3

Nonostante in Puglia si producano vini di ogni genere, sono i rossi ad essersi guadagnati, con il passare del tempo, un posto importante tra quelli più noti ed apprezzati a livello nazionale

Quali? Eccoli di seguito:

Primitivo di Manduria.

Come indicato dalla denominazione, questo vino rosso particolarmente corposo, fruttato e speziato, è prodotto nella zona di Manduria, nel tarantino.

I terreni in cui vengono coltivati i vigneti cosiddetti “primitivi” sono molto argillosi e calcarei con una maturazione dell’uva che avviene già dalla fine di agosto.

Questa prematurità, però, non si traduce in debolezza del vino. La gradazione può essere compresa tra il 14 e il 16% a seconda che si tratti di un Primitivo secco o dolce.

Nel primo caso l’accoppiamento ideale è con le carni, i salumi e qualunque tipo di formaggio forte; nel secondo caso, invece, il connubio perfetto è con i dessert e con il formaggio stagionato.

Nero di Troia

Colorazione rosso intensa, quasi nera: ecco perché questo vino rosso viene definito come “Nero”. Anche in questo caso la denominazione si riferisce alla zona di produzione, Troia, nel foggiano.

Si tratta di un vino molto antico di cui si hanno notizie già dal 1400. Il gusto è speziato e legnoso mentre le note principali sono di mora e liquirizia. Il Nero di Troia è molto voluminoso e corposo in bocca.

Negroamaro

Vino antichissimo, risalente al VI secolo. Il suo colore è di un bel rossogranato ed il profumo è fruttato con sentore di more e tabacco. Al gusto è tra i più pieni e rotondi in assoluto. La zona di produzione è quella del Salento, a sud della Puglia. 

Vini bianchi pugliesi, 2 scelte imperdibili

Se il vino rosso, in Puglia, la fa da padrone, anche il settore dei vini bianchi sa, comunque, dire la sua. 

Di seguito 2 tra i più noti.

Serralto Malvasia.

Vino bianco prodotto per lo più nel territorio della Murgia e avente una gradazione di circa 12%. Si tratta di un vitigno coltivato a spalliera che viene vendemmiato, solitamente, a metà settembre e raccolta a mano.

La temperatura ideale a cui servirlo è di circa 8 o 10 gradi in abbinamento a piatti come cardi, lumaconi, melone e prosciutto. Di un colore giallo brillante ha un profumo floreale e fruttato che richiama note di pesche, mele, muschio con sentore di albicocche.

Bombino.

Vino bianco prodotto per lo più nei dintorni di Troia, nel foggiano. Colorazione gialla paglierina con riflessi sul verde per questo vino dal profumo floreale e di frutta fresca.

La vendemmia avviene normalmente a metà settembre per un prodotto con una gradazione di circa 12,5% che vale la pena assaggiare.

Martina Cragnotti

Lascia un commento